INNOVATION PARK TICINO

SUL PARCO

MANAGEMENT

IL NOSTRO TEAM OPERATIVO

Il Parco è attualmente nelle fasi iniziali della sua operatività. Pertanto, il team operativo è in fase di definizione. Attualmente il Parco è gestito da un Direttore Esecutivo, carica ricoperta dall’Ing. Augusto Mitidieri.

L’Ing. Augusto Mitidieri ha ricoperto negli ultimi due decenni ruoli di responsabilità apicale con esposizione globale. Laureato in Ingegneria Gestionale al Politecnico di Milano, possiede anche un Certificate of Advanced Studies in Health Economics and Policy all’UNIL di Losanna. Mitidieri è stato premiato come Global CEO 2020 nel settore farmaceutico, Most Influential CEO Europe 2019 for Humancentric Driven Innovation, e CEO 2020 per la sostenibilità dal prestigioso Le Fonti Awards per la quarta volta consecutiva.

GOVERNANCE

UNA COLLABORAZIONE TRASVERSALE

Il rappresentante legale del Parco è la Fondazione Agire. Il Parco è gestito dalla Direzione del Parco e governato dal Consiglio del Parco, formato da una delegazione del Consiglio della Fondazione Agire. I Centri di Competenza sono associati come entità giuridica indipendente e sono legati alla Fondazione Agire.

LE NOSTRE RADICI

UNA VISIONE COMUNE

L’Innovation Park Ticino nasce come iniziativa congiunta del Cantone, delle istituzioni accademiche, delle associazioni economiche e delle principali città ticinesi.

Il progetto, sviluppato da Fondazione Agire su mandato del Consiglio di Stato, è iscritto nella legge per lo sviluppo economico regionale e ratificato formalmente dal Parlamento ticinese.

LA NOSTRA IDENTITÀ

UNA POSIZIONE STRATEGICA

Con la sua associazione a Zurigo, il Parco si basa sulle collaborazioni economiche e scientifiche esistenti (GZA, USI, SUPSI) e prevede di creare ulteriori sinergie future. Intende sfruttare la sua posizione strategica sull’asse nord-sud e rappresentare un punto d’accesso all’enorme potenziale del nord Italia. L’identità e il posizionamento unico del Parco si basano sulla sua posizione strategica, sulla presenza di eccellenze accademiche sul territorio, sulla rete integrata di tutti gli attori coinvolti nell’innovazione e nello sviluppo economico, come pure sull’area FFS di Bellinzona, che si trasformerà nella sede principale del Parco come un vero e proprio “distretto dell’innovazione”.

Il Canton Ticino si colloca ai primi posti in termini di innovazione. È molto attivo nella sua politica di sviluppo attraverso l’implementazione di una serie di iniziative volte a sostenere le imprese locali, così come ad attrarre nuove aziende dall’estero. Le eccellenze accademiche sono radicate nelle facoltà e negli istituti dell’USI e della SUPSI, alcuni dei quali di fama internazionale.

IL NOSTRO APPROCCIO

UN CONCETTO MULTI-SITO

Il Parco nasce e si sviluppa con un approccio dal basso, basato sulle reali esigenze e priorità delle aziende: infatti più di 30 aziende hanno già dichiarato la loro intenzione di aderire al Parco. Il Parco sarà strutturato secondo un concetto multi-sito, al fine di sfruttare e connettere le diverse opportunità presenti sul territorio.

PROMOTORI

UNA COOPERAZIONE VINCENTE

  • Mandato del Consiglio di Stato ticinese
  • Sviluppato dalla Fondazione Agire, con il coinvolgimento dei rappresentanti delle principali associazioni economiche, del Governo, degli istituti superiori e delle università, dell’agenzia di sviluppo regionale, della Città di Lugano, del Centro di mobilità sostenibile e delle ferrovie.